Progettazione dell’intervento da eseguire

Vediamo le domande che ci si dovrebbe porre nelle scelte del proprio interlocutore

Innanzitutto il committente deve analizzare ed identificare nel dettaglio tutti gli aspetti del lavoro che intende richiedere all’impresa appaltatrice. Tale analisi va anche nella direzione di permettere allo stesso committente di presentare una richiesta di offerta esaustiva, cosicché l’appaltatore possa a sua volta rispondere con un preventivo attendibile e che non rivelerà sorpresa in fase di esecuzione.

L’analisi condotta in questa fase del committente deve fin da subito mettere in conto i possibili impatti delle attività da svolgere in termini di sicurezza e salute dei lavoratori. Spesso, nelle fila del committente, non sono presenti le competenze necessarie per comprendere fino in fondo tutte le implicazioni delle richieste che si intendono fareall’appaltatore: queste potranno essere analizzate in una fase successiva, proprio grazie alle competenze specifiche dell’appaltatore stesso. Ma è importante in questa fase costruirsi una mappa mentale delle ricadute che ogni scelta avrebbe, per come l’attività è stata ipotizzata , in termini di sicurezza, valutandone pro e contro, costi e benefici e mantenendo sempre fisso lo sguardo alla stella polare del principio della massima sicurezza tecnologicamente fattibile.

Tutte queste specifiche dovranno essere fornite all’appaltatore all’atto della richiesta di presentazione di un’offerta, assicurandosi che essi rappresentino dei validi interlocutori e abbiano compreso fino in fondo i livelli prestazionali che ci si attende da loro, anche in termini di sicurezza sul lavoro.

ESEMPIO
Di seguito alcune domande che ci si dovrebbe porre nella scelta del proprio interlocutore:

  • disponibilità: l’appaltatore X è disponibile. Ma avrà le competenze per gestire i rischi residui presenti nel nostro luogo di lavoro?
  • costo: l’appaltatore Y è più economico. Ma è anche il più sicuro?
  • Competenza tecnica: L’appaltatore Z sembra essere molto competente dal punto di vista tecnico.Però l’ultima volta che abbiamo lavorato con lui ci sono stati dei problemi nel fargli rispettare le norme di sicurezza;
  • affidabilità: l’appaltatore W è lo stesso che ha fatto il lavoro la volta scorsa .Ma cambia manodopera tutti i giorni
  • sicurezza e salute: quali sono le politiche di sicurezza, le procedure e le prestazioni dei nostri appaltatori in materia?
Domenico Sorrentino

Domenico Sorrentino

Sorrentino Domenico nato a Settingiano(Catanzaro) il 20 Maggio 1978, giornalista pubblicista, iscritto all'Albo dei Giornalisti dal 26 settembre 2008. Ha lavorato dal 2006 al 2011 nella redazione sportiva del Domani della Calabria, collaborando con molte emittenti regionali e nazionali. Dal 26 Gennaio 2018 è stato chiamato dall'editore Efei a dirigere Università e Sicurezza, essendo cresciuto nella stessa divenendo formatore dei formatori sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.