Salute, sicurezza dei lavoratori, tutela dell’ambiente e lavoro come bene da difendere. La proposta di Change a Ambiente Lavoro 2019

La formazione non è solo un adempimento burocratico: a volte può letteralmente salvarti la vita

BOLOGNA: Tra le eccellenze emiliano-romagnole che si distinguono nel settore e che sono presenti alla manifestazione bolognese, c’è Change consulenza e formazione di Modena, un team di professionisti che crede fortemente in “valori come la salute e la sicurezza dei lavoratori, la tutela dell’ambiente e il lavoro come bene da difendere”. Valori che sono alla base della Change Academy, formazione di eccellenza in cui si offre “un luogo dell’apprendimento” per tutti quei professionisti che non solo intendono specializzarsi, ma vogliono costruire un “percorso di apprendimento” che nasca in aula ma continui anche dopo, on the job, o quando, pur essendo esperti, c’è bisogno di confronto e assistenza per risolvere nuovi problemi. Ad Ambiente Lavoro Change presenta anche “Scherzare con il fuoco“, una metodologia didattica che tramite simulazioni coinvolge direttamente i lavoratori e fornisce strumenti concreti per la gestione delle emergenze . Il “nostro progetto riunisce in un’unica operazione l’attività di consulenza, formazione e addestramento nel campo delle emergenze, iniziando il proprio percorso dal rischio incendio, per poi passare successivamente a tutti i vari tipi di emergenza, quali terremoto, primo soccorso, allagamento…”. Prima in aula, tramite momenti di studio intramezzati da “serious game” e poi sul campo, effettuando simulazioni di varie tipologie di emergenza, intramezzate da “briefing and debriefing” che permettono alle squadre di emergenza, ai coordinatori dell’emergenza e ai lavoratori, di allenarsi per non arrivare all’ultimo momento incapaci di applicare ciò che si è appreso durante i corsi di formazione previsti dall’attuale normativa per affrontare situazioni di emergenza prevedibili.

Infine, il kit “Pensa alla salute”, non un semplice gadget ma un vero e proprio strumento didattico che è parte di una campagna informativa, “Il lavoro in ufficio”, destinata ai lavoratori, finalizzata ad illustrare rischi, pericoli e possibili soluzioni. La finalità di questa iniziativa è di ricordare quali sono i comportamenti più sicuri da adottare e quali obiettivi individuali possono darsi i lavoratori per migliorare il loro stato di salute e benessere psico-fisico-sociale.

I rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori negli uffici sono prevalentemente legati all’uso dei videoterminali. Infatti il datore di lavoro dovrà adottare, in funzione di un “uso sistematico e abituale dei videoterminali”, azioni di prevenzione al fine di diminuire i rischi di disturbi muscolo-scheletrici e affaticamento visivo dei dipendenti. Altro rischio possibile è lo stress lavoro correlato dovuto alla diminuzione della soglia di resistenza all’ansia, alla tensione e al malessere causato da eccessive responsabilità o sollecitazioni di tipo psicologico, che vanno a sommarsi alle possibili tensioni dovute agli stili di vita in generale.

Lo strumento scelto per informare è il mouse pad. Avendolo sotto gli occhi tutti i giorni può essere più facile ricordarsi di mettere in atto i consigli in esso contenuti. Il percorso della campagna dura 1 anno. I mouse pad saranno consegnati con cadenza quadrimestrale e verranno adeguatamente illustrati. L’azienda modenese organizza anche un convegno domani, il 17 ottobre, dal titolo “CHANGE TRAINING YOUMANIZER: come cambiare la formazione per umanizzare il lavoro” promosso in collaborazione con JOIN Associazione professionisti. “Umanizzare il lavoro significa porre la persona al centro dei processi innovativi, a partire dalla comprensione dei suoi bisogni, dando valore non solo agli aspetti tecnici, ma anche organizzativi, relazionali, comunicativi e comportamentali. Solo attraverso una visione complessa dei sistemi organizzativi si favorisce la promozione di un mindset orientato alla crescita sostenibile, che porta ad un miglioramento delle performance di salute e sicurezza delle organizzazioni e alla diminuzione dei rischi di impresa. Il convegno presenta importanti spunti di riflessione su come stia evolvendo la formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro per aumentare l’affidabilità dei sistemi”.

Domenico Sorrentino

Domenico Sorrentino

Sorrentino Domenico nato a Settingiano(Catanzaro) il 20 Maggio 1978, giornalista pubblicista, iscritto all'Albo dei Giornalisti dal 26 settembre 2008. Ha lavorato dal 2006 al 2011 nella redazione sportiva del Domani della Calabria, collaborando con molte emittenti regionali e nazionali. Dal 26 Gennaio 2018 è stato chiamato dall'editore Efei a dirigere Università e Sicurezza, essendo cresciuto nella stessa divenendo formatore dei formatori sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.